Più di quattro mila a Santo Stefano Belbo per il concerto di Gué Pequeno

Pubblico

Pubblico

Sono state più di 4mila le persone che, lunedi 21 agosto 2017, hanno assistito a Santo Stefano Belbo al concerto del famoso rapper milanese Cosimo Fini, in arte Gué Pequeno.

Il concerto, che ha chiuso i festeggiamenti di San Rocco, il patrono del paese del Moscato e di Cesare Pavese, è stato organizzato dal Comune di Santo Stefano Belbo grazie al contributo della casa vinicola Santero 958 e ha visto la partecipazione di un vasto pubblico, composto soprattutto da giovani e giovanissimi.

Nonostante l’imponente affluenza di pubblico, che ha raggiunto il piccolo paese delle Langhe, tutto si è svolto nel migliore dei modi. <Sono stati predisposti dal Comune piani di emergenza, assistenza sanitaria, di sicurezza e misure antiterrorismo – come ha spiegato il sindaco di Santo Stefano Belbo, che fortunatamente non è stato necessario attivare, ma che hanno permesso di assistere allo spettacolo in sicurezza e tranquillità. Per questo motivo, desidero ringraziare la Prefettura e la Questura di Cuneo per la preziosa collaborazione, le Forze dell’Ordine, i Vigili del Fuoco, gli operatori del 118, i volontari di Protezione Civile e tutti gli altri volontari e coloro che hanno contribuito fattivamente alla riuscita dello spettacolo. Quello di Gué Pequeno è stato un evento a rilevante impatto locale e, proprio per questo, abbiamo fatto il massimo per garantire la sicurezza per i partecipanti e per la cittadinanza>.

Durante l’esibizione Guè Pequeno ha fatto un brindisi speciale di arrivederci a Santo Stefano Belbo, direttamente da un magmun di Asti Secco, un’anteprima del vino che sarà prodotto con le uve Moscato della vendemmia in corso.

La serata si è poi conclusa con i tradizionali fuochi d’artificio in onore di San Rocco.