Manutenzione straordinaria per l’Istituto comprensivo Cesare Pavese

Comunicato Stampa

 

Sono partiti i lavori di manutenzione presso l’Istituto Comprensivo Cesare Pavese di Santo Stefano Belbo. Con un contributo di 262mila euro, ottenuto interamente dal piano  “Scuole sicure”, l’amministrazione potrà varare una serie di interventi migliorativi di tutto l’edificio scolastico.

L'istituto comprensivo prima dei lavori

L’istituto comprensivo prima dei lavori

 

 

 

 

 

 

 

Gli interventi saranno caratterizzati dalla:

  • Sostituzione dei serramenti sul lato cortile, primo piano e Lungo Belbo
  • isolamento del sottotetto con pannelli in polistirene espanso
  • posizionamento di una controparete interna isolante
  • posizionamento di una controsoffittatura nel piano interrato
  • posizionamento di valvole termostatiche
  • pavimentazione dell’area cortile interna al complesso
  • posa di coppelle isolanti per la coibentazione
  • ripristino di piani seminterrati

Il progetto prevede, nelle parti del complesso scolastico di vecchia edificazione, il ripristino dei parametri e delle norme in materia di contenimento e miglioramento energetico con il posizionamento di isolamento dei solai verso ambienti non riscaldati; la messa in sicurezza di alcune parti di solai (seminterrati danneggiati dall’alluvione del 1994 e mai riparati) con il ripristino dei blocchi ed il successivo posizionamento di controsoffitto con strato isolante; ripristino di alcune parti di strutture in elevazione in conglomerato cementizio; miglioramento della sicurezza e salubrità del complesso scolastico, al fine di rendere più sicuri e vivibili gli spazi interni; miglioramento sensibile della prestazione energetica.

Il progetto che <prevedrà – spiega il sindaco Luigi Genesio Icardi – una serie di lavori manutentivi unitamente all’efficentamento energetico degli impianti di riscaldamento, rappresenterà, per il nostro Comune, un ulteriore dimostrazione di quanto la nostra amministrazione stia facendo in fatto di edilizia e manutenzione scolastica: un segnale importante, in un periodo di profonda crisi, soprattutto per la nostra comunità>.

La somma, richiesta in prima battuta alla Regione Piemonte sul “Bando Regionale per la concessione di contributi per interventi di edilizia scolastica” verrà erogata dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca attraverso il “Piano straordinario per la messa in sicurezza degli edifici scolastici” a valere sulle “Misure di riqualificazione e messa in sicurezza degli edifici pubblici sedi di istituzioni scolastiche statali”.

<Siamo molto soddisfatti di questo risultato – aveva commentato l’eurodeputato Alberto Cirio durante la sua visita a Santo Stefano Belbo per il ventennale dell’alluvione del ’94 – la Regione Piemonte aveva ammesso il progetto del Comune di Santo Stefano Belbo, senza tuttavia poterlo finanziare direttamente per mancanza di fondi; fondi che ci siamo impegnati per andare a cercare e trovare direttamente al Ministero. Ora il progetto del Comune potrà partire ed è realtà, in linea con le iniziative del Governo centrale volte alla salvaguardia degli edifici scolastici e del diritto allo studio dei nostri figli>.

I lavori, affidati allo Studio Tecnico dell’Ing. Branda di Nizza Monferrato, avranno termine a fine 2015.

Potrebbero interessarti anche...