Consiglio comunale del 17 dicembre 2014

Comunicato Stampa

 

Mercoledi 17 dicembre 2014 si è riunito il Consiglio comunale del Comune di Santo Stefano Belbo. Tra i punti all’ordine del giorno la Variante strutturale n.08 ex art. 15 della L. R. 56/77 e s.m.i. al Piano Regolatore Generale Comunale vigente.

Il Consiglio ha pertanto adottato la proposta tecnica del progetto preliminare che prevede numerosi interventi, tra cui la previsione di allestimento di una pista ciclabile sulla sponda orografica sinistra del Belbo, con passaggi e percorsi interni al paese e coinvolgenti anche i luoghi pavesiani.

La variante ha previsto l’individuazione: di un vecchio fabbricato che potrebbe essere adibito a sede di una piscina coperta; di un’area destinata ad eliporto; di un’area destinata all’installazione di un distributore di carburante (benzina e gas); di un’area destinata all’ampliamento del depuratore. Inoltre un’area di proprietà della casa di riposo verrà utilizzata per la realizzazione di alloggi per anziani.

La variante ha previsto anche una serie di modifiche normative riguardanti le strutture turistico-ricettive afferenti ad aree di interesse storico ambientale.

Sono anche stati rivisti i criteri riguardo ai nuclei e complessi rurali di interesse storico documentale.

Oltre a questi interventi di interesse pubblico, sono anche stati valutati 78 casi proposti dai cittadini che l’Amministrazione comunale ha valutato e condiviso. Una parte di queste proposte, che non interessano il Piano di Assetto Idrogeologico, avranno un iter più rapido per l’approvazione, mentre quelle per le quali sarà necessario procedere per prima cosa ad una modifica del PAI avranno tempi di approvazione definitiva meno rapidi. Le pratiche prese in esame dovranno comunque complessivamente essere sottoposte a tutti gli enti preposti (Regione Piemonte e Provincia di Cuneo).

<La nostra amministrazione è molto soddisfatta – spiega il sindaco Luigi Genesio Icardi – in quanto abbiamo concluso, dopo un intenso anno di lavoro, un iter impegnativo per la costruzione di una variante che è caratterizzata da un ridotto consumo di suolo agricolo pregiato e da molti interventi di densificazione del tessuto urbano unitamente ad una serie importante di recuperi del patrimonio edilizio esistente. Un segnale di crescita e di sviluppo che non può che contrastare l’attuale situazione di stallo economico a dimostrazione di quanto il nostro Comune sia sano e in continua crescita>.

Potrebbero interessarti anche...